Graziella

di Vittorio Coda

Categoria:

Un piccolo delicato libricino con cui il Prof. Vittorio Coda, professore emerito dell’Università Bocconi, esplora e identifica l’anima più inedita che muove l’impresa Loccioni: quella di Graziella Rebichini Loccioni. La particolarità è che il Prof. Coda la Signora Graziella non l’ha mai conosciuta, ma è riuscito a percepire chiaramente l’energia e la determinazione, che lo stile di questa piccola, biondissima donna – così l’ha definita Corrado Formigli – continua a generare.

“La fisiologia dell’impresa funziona quando le due componenti Amore e Intelligenza sono in equilibrio… Il modello di Impresa-Famiglia
che caratterizza la Loccioni è il capolavoro di Graziella, del suo spirito di Amore e Intelligenza, della sua sollecitudine materna,
del suo senso della famiglia, della sua fede…(questo modello) non è una delle tante manifestazioni di paternalismo delle imprese
famigliari; è bensì un’idea trasformativa che fa della Loccioni un modello di impresa famigliare assolutamente nuovo ed originale,
…comunità di persone unite, che si rispettano e operano in armonia per il bene comune”.

Così nell’interpretazione dell’autore, la figura dell’imprenditrice diventa strumento di scoperta di una visione originale e sincera della vita, del lavoro, dei valori, del modello d’impresa.

Vittorio Coda è professore emerito nell’Università Bocconi, dove ha insegnato Strategia e Politica Aziendale e lavorato alla Scuola di Direzione Aziendale (SDA Bocconi) nei suoi primi 25 anni di vita. È autore di numerose pubblicazioni scientifiche, alcune delle quali sono state raccolte nel volume Entrepreneurial Values and Strategic Management – Essays in Management Theory (2010). Nel 1999 gli è stato conferito il Premio Invernizzi per l’Economia. Attualmente svolge attività di volontariato in diversi ambiti fra cui, in particolare,
nell’Istituto per i Valori d’Impresa (ISVI) dove presiede il Comitato Scientifico sin dalla fondazione